Lo yoga e la meditazione: più del denaro

Credi che ciò che costa tanto abbia tanto valore.
Credi che un corso da 1000 Euro vale più di un corso da 500 Euro?

Nello yoga non è così.

Il vero yoga, l’insegnamento nel suo spirito più puro, è offerto a chi lo desidera sinceramente, senza nessun obbligo di denaro.

Ecco l’illusione… “si paga poco? si chiedono solo i costi di gestione? chi insegna non guadagna nulla? e’ grauito? è ad offerta libera?”
beh allora pensi che non valga niente…
NO! Non E’ COSI’…

offrire un insegnamento, offrire la propria esperienza a cuore aperto,
nasconde un impegno e un valore che non si vede nel prezzo, non si vede… eppure c’è

l’anima, la fonte di Amore,
è in noi è vicinissima, più vicina di quanto si pensi…
eppure la cerchiamo fuori di noi, eppure ci “sbattiamo”, ci agitiamo cercando altrove,
ma altrove non è.

chi offre un insegnamento della meditazione senza prezzo ha spesso dietro di sè una pratica ed esperienza sincera, un impegno diretto e appassionato.

10,100,1000 Euro?

no! gratis..

“chiedi e ti sarà dato”

La moralità dello yoga: Ahimsa, il primo principio

Quello che conta nel attuare un cambiamento e un miglioramento nella propria vita è cominciare dalle cose che sono alla base del nostro benessere e della nostra felicità.

Il soddisfare le minime necessità individuali e della famiglia (assistenza sanitaria, beni primari (acqua, cibo, indumenti, etc..), casa, lavoro) è un requisito fondamentale per potersi dedicare ad una ricerca e crescita interiore.
Nella società di oggi purtroppo molte persone combattono per aver garantite queste minime necessità e purtroppo questa “lotta” assorbe completamente la vita dell’individuo.

Se sono soddisfatte le tue minime necessità ecco che hai energia per dedicarti alla prima cosa… la moralità.

Seguire dei principi morali, di equilibrio nella relazione con il mondo esterno e anche con il mondo interno, è il primo passo.
Lo yoga indica 10 principi morali (vedi articolo di yama e niyama) bene cominciamo dal primo: Continue reading La moralità dello yoga: Ahimsa, il primo principio

Tantra yoga e il suo spirito

Lo spirito del Tantra

Il Tantra è una scienza antichissima che risale a oltre 10.000 anni fa.
Una grande personalità dal nome di Shiva, vissuta 7000 anni fa, diede una forma sistematica all’insegnamento tantrico dando contributi non solo nello yoga, ma anche nelle conoscenze di medicina, musicali.
Lo spirito del Tantra è quello di superamento dei limiti dell’individuo, di espansione della coscienza individuale per la  realizzazione del nostre Sé e per un servizio disinteressato.

Quali sono questi limiti? Continue reading Tantra yoga e il suo spirito

Poesia “Dammi l’amore”

Dammi l’amore

Dammi il supremo coraggio dell’Amore,
questa è la mia preghiera,
coraggio di parlare,
di agire, di soffrire,
di lasciare tutte le cose,
o di essere lasciato solo.
Temperami con incarichi rischiosi,
onorami con il dolore,
e aiutami ad alzarmi ogni volta che cadrò.
Dammi la suprema certezza nell’amore,
e dell’amore,
questa è la mia preghiera,
la certezza che appartiene alla vita nella morte,
alla vittoria nella sconfitta,
alla potenza nascosta nella più fragile bellezza,
a quella dignità nel dolore,
che accetta l’offesa,
ma disdegna di ripagarla con l’offesa.
Dammi la forza di amare
sempre
e ad ogni costo.

Rabindranath Tagore

Il Dharma e il suo splendore

La parola Dharma racchiude un significato splendido.

Dharma significa proprietà o caratteristica essenziale. Si usa per qualsiasi entità di questo universo.

Qual’è il dharma del fuoco? Quello di bruciare…
se vedessimo un fuoco che non brucia… fiamme che non bruciano avremmo difficoltà a chiamarlo fuoco…

il dharma dell’acqua? di bagnare…
se mettessimo le mani in un acqua che non bagna, di nuovo avremmo difficoltà a chiamarla acqua…

Qual è allora il nostro dharma come esseri umani? Qual è la nostra caratteristica essenziale per cui possiamo considerarci esseri umani?

Il Dharma dell’uomo è un Dharma divino, o Bhagvad Dharma.

Questo Dharma ha quattro caratteristiche:
1) espansione (vistara)
2) flusso (rasa)
3) servizio (seva)
4) realizzazione del Sè (tadsthiti)

Tu, come uomo o donna, desideri espanderti. Desideri andare oltre, superare i tuoi limiti, hai un desiderio innato di libertà interiore.
Tu, come uomo o donna, desideri entrare in armonia con il flusso della vita, sentirti parte di ciò che ti circonda.
Tu, come uomo o donna, desideri aiutare chi ha bisogno di aiuto, i tuoi figli, i tuoi genitori, i tuoi cari.
Tu, come uomo o donna, desideri conoscerTi, immergerti in uno stato interiore di gioia puro, uno stato libero da ogni condizionamento.

Purtroppo nella società di oggi, cerchiamo di vivere la nostra umanità, la nostra qualità essenziale, ma l’ambiente sociale e culturale spinge altrove.
E’ importante comprendere che dietro ogni azione che compiamo, dietro ogni attività che intraprendiamo, c’è il nostro dharma.

Lo yoga ci insegna a vivere le nostre caratteristiche essenziale, a vivere il Dharma,
ci aiuta a esprimere le nostre potenzialità, e a fiorire come veri uomini e donne.

Ci aiuta
a superare
i nostri blocchi fisici, mentali e spirituali,
a sentire e cogliere l’armonia degli eventi,
a desiderare il bene di chi ci è di fronte, uomo, animale o piante che sia,
a svelare la nostra luce interiore, illuminare la nostra ignoranza, per portarci ad uno stato di consapevolezza e coscienza piene di gioia.

Ba’ba’ Nam’ Kevalam’
“Tutto è espressione dell’Amore Infinito”