Tantra yoga e il suo spirito

Lo spirito del Tantra

Il Tantra è una scienza antichissima che risale a oltre 10.000 anni fa.
Una grande personalità dal nome di Shiva, vissuta 7000 anni fa, diede una forma sistematica all’insegnamento tantrico dando contributi non solo nello yoga, ma anche nelle conoscenze di medicina, musicali.
Lo spirito del Tantra è quello di superamento dei limiti dell’individuo, di espansione della coscienza individuale per la  realizzazione del nostre Sé e per un servizio disinteressato.

Quali sono questi limiti? Continue reading Tantra yoga e il suo spirito

Yoga

fiore_di_lotoLo yoga è la realizzazione un’esperienza interiore di grande gioia, unità ed armonia. La parola yoga significa in sanscrito “unione”[1].

L’ottenimento di questa gioia interiore profonda ed intensa si ottiene attraverso una pratica completa[2]: fisica, mentale e ‘esistenziale’ (spirituale, o che coinvolge le parti più profonde della mente ).

Cos’è questa gioia? Continue reading Yoga

Tantra

Tantra una parola che qui in occidente è nota soprattutto per alcune tecniche legate alla sessualità. Queste conoscenze sono una tradizione più recente e del tantra originario.

TAN = espansione
TRA = liberare

Il Tantra è quel processo, quelle conoscenze pratiche che ti liberano attraverso un processo di espansione.
La scienza che ti libera da tutte le limitazioni fisiche, mentali e spirituali è Tantra.
La parola Tantra divenne Taota, poi Taola e quindi Taoa. Alla fine Tao. Il famoso simbolo del Tao e la sua filosofia splendida, il taoismo,  ha infatti influssi dello spirito tantrico, dello spirito del Tantra.
E’ interessante che anche la parola sanscrita Dhyana, che indica la meditazione profonda nello yoga, divenne Chan (che in cinese indica la meditazione) e si trasformò in Chen (Coreano) e poi in Zen (Giapponese). Lo Zen anche questa un’altra splendida filosofia.

Il Tantra ha origine lontanissime che risalgono a circa 7000 anni fa. A quel tempo una personalità incredibile dal nome Shiva diede forma all’insegnamento tantrico in modo sistematico. Già prima di lui,  c’erano alcune forme di meditazione e ricerca interiore, alcune conoscenze esoteriche, ma fu questo grande maestro che diede la reale identità al Tantra.

Ma qual è lo spirito del Tantra?
Essere tantrici, seguire le pratiche del Tantra, significa lottare direttamente contro le forze opposte, contro gli ostacoli che si frappongono lungo il cammino del progresso e diffondere i più alti principi dell’umanesimo universale.
E questo spirito deve essere provato dall’azione non da semplici parole o teorici principi morali.
Questo insegnamento e questo approccio sono oggi purtroppo difficili da trovare anche se molto importanti.
Altri aspetti che caratterizzano il Tantra sono:

  1. 99% pratica 1% teoria. Quello che conta è l’esperienza diretta e non il racconto e resoconto di esperienze altrui o di speculazioni intellettuali e filosofiche.
  2. la teoria segue la pratica e non viceversa. Questo è un aspetto affascinante del tantra che assume in questo modo le qualità di una scienza introspettiva. Ciò che viene insegnato (il cui valore è finalizzato alla pratica ed esperienza diretta) nasce dal risultato dell’esperienza di individui che si hanno esplorato, ricercato e sperimentato all’interno dell’interiorità umana.
  3. dove c’è Tantra non c’è dogma, dove c’è dogma non c’è Tantra. Qui la parola dogma la intendiamo come qualsiasi limitazione o idea fissa che limita l’espansione della mente e quindi dell’individuo.

Ma qual è la relazione con lo yoga?
Lo yoga è una parte del Tantra. Lo yoga è come un raggio di un sole, il Tantra, che oltre alle tecniche yogiche, comprende anche altri raggi (quali ad esempio la psicologia, la filosofia spirituale).
Tutte le forme di yoga che si incontrano quali:

raja yoga, bhakti yoga, karma yoga, jnana yoga, nada yoga, mantra yoga, kundalini yoga, hatha yoga, kriya yoga, etc…

sono derivazioni dell’insegnamento del tantra yoga.

Ba’ba’ Nam’ Kevalam’
“Tutto è espressione dell’Amore Infinito”