Samadhi cosè? – il suo significato

samahiSamadhi significa essere uno con la meta.

Ma cos’è il samadhi?

Il samadhi è una condizione esistenziale, uno stato interiore, uno stato di coscienza, uno stato speciale, straordinario.

Avviene quando la mente si ritrae completamente dai sensi esterni, e si focalizza fortemente con il proprio oggetto di meditazione;  quando la mente riesce in questa focalizzazione continua, senza interruzioni,  quando anche il corpo è tutt’uno con questo processo, ovvero quando segue la mente in questo processo di focalizzazione, ecco allora che la mente si assorbe con l’oggetto, diventa uno con l’oggetto. Si ha dunque una fusione, yoga.

Questa fusione avviene quando la mente non offre più resistenze, non porta con sè legami e pesi, attaccamenti a oggetti esterni o od interni. Quando la mente riesce dunque a liberarsi dai pesi che la trattengono, la distraggono, ecco allora che può trascendere i suoi stati ordinari, e raggiungere nuove condizioni di esperienza.

Il samadhi è dunque in generale un sinonimo di yoga intesto come stato straordinario di unione (leggi pure gli articoli su cos’è yoga).

E cosa si prova?

gioia, gioia profonda, gioia senza limiti,  non è che uno stato di estasi interiore…

di profonda e completa soddisfazione, di felicità illimitata.

Il punto fondamentale da sottolineare a noi stessi, la questione da ricordarci, è che ciascuno di noi, sta cercando di soddisfare una sete di felicità senza fine,ciascuno di noi porta nel cuore, un desiderio di pace, serenità senza uguali….

abbiamo cioè dentro di noi un desiderio di Infinito, un desiderio di Spirituale..che può essere placato e soddisfatto solo attraverso questa fusione con la dimensione spirituale interiore più pura.

E cos’è che ci permette di raggiungere questo stato interiore? Come possiamo vivere quest’esperienza che è alla nostra portata? Come possiamo soddisfare questo desiderio di Infinito dentro di noi?

E’ solo attraverso il  sadhana, le pratiche dello yoga, quelle pratiche, tecniche, esercizi, che ci portano verso l’Unione, che questo stato può essere scoperto, svelato, vissuto.

Dunque cosa aspetti?

Ogni giorno fai un passo verso il Supremo Tesoro che si nasconde nel tuo cuore… comincia a meditare, prima una volta al giorno, poi due… per compiere passi in questa direzione.

E’ così che scoprirai in questo viaggio di beatitudine (ananda marga), tutte le tue potenzialità più belle, e ritroverai un profondo ed unico senso della tua vita.

a presto,

Guido

PS

piaciuto? che ne pensi? … lasciami pure un tuo commento, riflessione, spunto…

grazie

Stefano

Se è così “semplice”,é possibile che abbia raggiunto il samadhi dopo una sadhana di un mese con due ore di pratica al giorno in una classe di meditazione in India?

Guido Di Gioacchino

Ciao Stefano, difficile valutare le esperienze personali altrui.
Molti fattori condizionano la facilità o difficoltà di vivere un’esperienza di samadhi.
Inoltre esistono vari tipi di samadhi da quelli più vicini a noi, a quelli più elevati.
Leggi pure qui

Sicuramente una pratica di due ore al giorno regolare dà una bella spinta al nostro progresso e alle nostre esperienze interiori.

a presto,
Guido

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *