Mente, corpo e chakra – parte 4

Ogni chakra è legato ad un insieme di VRITT’S o propensioni. Sono 50 fondamentali divisi nei diversi chakra:

4 al primo, 6 al secondo, 10 al terzo, 12 al quarto e 16 al quinto cakra per ultimo 2 al sesto.

Ogni propensione può esprimersi internamente o esternamente. Pensiamo ad esempio alla rabbia. La posso esprimere verso l’altro, offendendo chi mi è di fronte, o verso l’interno, con pensieri ad esempio di vendetta. E si può legare ai 10 organi di relazione, 5 organi sensoriali o di conoscenza, jnanendriya’s, e 5 organi azione o espressione, karmendirya’s. Le modalità di queste 50 propensioni fondamentali, che possono interne o esterne (x2) e legate ai 10 organi (x10) saranno dunque

50×2×10=1000

Il settimo chakra infatti rappresenta il cakra di controllo di tutte le propensioni nelle loro diverse modalità di esistenza e raccoglie in sé questi 1000 aspetti (o petali). Ed è per questo che viene raffigurato con questi mille petali.

L’azione individuale è legata, colorata da queste spinte interiori o “emozioni”.

Dal punto di vista fisico è oramai noto come il sistema neuro-endocrino sia strettamente legato al nostro mondo emotivo e alla nostra condizione psicofisica.

La secrezioni di certi ormoni e il loro contenuto e trasporto nel sangue influenza profondamente lo stato di benessere dell’individuo. La scienza dello yoga che si interessa della relazione tra corpo e mente, dal corpo alla mente e dalla mente al corpo, è stata chiamata, da un grande maestro spirituale di questo secolo, Biopsicologia . La sua applicazione si realizza prevalentemente tramite la pratica delle posizioni yoga o ASANA.

[continua…]


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *